Sfondo

Gli scienziati pensavano inizialmente che BLV non poteva trasmettere dal bestiame all'uomo. Questo pensiero è stato basato su 10 studi condotti negli anni '70 che non hanno rilevato l'infezione BLV negli esseri umani. Di conseguenza, gli agricoltori di bestiame hanno assunto che non dovevano preoccuparsi del trasferimento di BLV dalla mucca all'uomo.

A causa di test più sensibili e accurati, gli scienziati hanno appreso che BLV può infatti infettare gli esseri umani. Uno studio del 2003 pubblicato in AIDS Research e Retrovirus umani ha mostrato che molti dei 257 partecipanti hanno avuto anticorpi a BLV. Ciò suggerisce che BLV può trasmettere da mucche all'uomo, anche se non significa necessariamente che sia dannoso per la salute umana.

In uno studio più recente, pubblicato nel 2014 dai Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie nella sua rivista emergenti, i ricercatori dell'Università della California di Berkeley hanno scoperto BLV nel tessuto umano. Nelle vacche, BLV ha proprietà cancerogene.

In uno studio del 2015 pubblicato in PLOS One , questo gruppo ha deciso di indagare se esiste un'associazione tra BLV e cancro al seno. Per testare la loro ipotesi, il team dei ricercatori ha raccolto il tessuto mammario da un database chiamato la Cooperative Human Tissue Network. Hanno esaminato 218 campioni di tessuti da donatori autorizzati. Circa 114 di questi soggetti hanno avuto il cancro al seno, mentre 104 non avevano alcun cancro al seno. Entrambi i gruppi hanno avuto fattori di rischio simili correlati al cancro al seno, così come demografia analoga, tra cui:

  • età
  • sesso
  • luogo

Nell'analizzare i dati, i ricercatori hanno scoperto DNA da BLV in circa il 59 per cento delle donne affette da cancro al seno. Al contrario, solo il 29% di quelli del gruppo di controllo aveva DNA da BLV. Questa differenza era statisticamente significativa. I ricercatori hanno concluso, "Questi risultati hanno il potenziale per la prevenzione primaria e secondaria del cancro al seno". Esse hanno sottolineato che i risultati non sono stati conclusivi e occorrono ulteriori ricerche.

Tuttavia, due studi di follow-up pubblicati nel 2016 non hanno trovato un modello simile di aumento dei tassi di BLV DNA nelle donne con tumore al seno. Uno studio eseguito in donne cinesi ha usato una metodologia simile allo studio del 2015. Ma i ricercatori non hanno potuto rilevare alcun DNA BLV nel tessuto del cancro al seno o nel sangue da donne con cancro al seno. Un altro studio che utilizza una sequenza profonda per pettine attraverso il DNA trovato in oltre 50 campioni di cancro al seno non è riuscito a rilevare alcuna prova del DNA da BLV nei tessuti del cancro al seno.